The day after!

Oggi forse è quando realizzi che è tutto vero, oggi la bolla di concentrazione e tensione che mi estraneava un po dal tutto si è rotta , e mi rendo conto che c'è l'ho fatta...!
È stata dura!
E stata nuovamente una grande sfida fino all'ultimo metro con un grande Kilian Jornet ma non solo perche anche Anton Palzer è stato un duro!
Per altro sono felice per lui perche ha superato alla grande i problemi di salute che gli erano stati diagnosticati, e questo é piu importante di tutto !
Dispiace per Matteo Eydallin ''solo'' quarto , il legno ai mondiali non è mai bello, ma sono sicuro che domenica si riscatterà e lo faremo insieme nella gara a coppie!

Grazie a tutti per il tifo e i messaggi !
E continuate a seguirci perché il mondiale è appena iniziato

https://www.facebook.com/722139477835893/videos/1312574488792386/ 

WEEK-END 6

Sulla strada giusta.

Rieccomi con il pettorale, dopo una domenica di ''riposo'' .
Questa volta sulle nevi della mia Val d'Ossola, più precisamente in Val Bognanco al Tour del Monscera.
Molti di voi si saranno chiesti perche ho fatto questa scelta rinunciando alla 3 tappa di Coppa in Turchia.
Vi dico non è stato ne per protesta, ne per la delicata situazione politica o altro... Semplicemente ho ritenuto fosse questo il percorso di avvicinamento migliore per il Mondiale AlpagoPiancavallo2017 e Pierra Menta.
Ho approffitato dei 10g senza gare per recuperare energie mentali, per fare un bel richiamo di carico , cosa che con il lungo viaggio di mezzo non mi sarebbe stato possibile.
Sono felice della mia decisione, perchè il lavoro fatto ha dato i suoi frutti, in gara ieri ho trovato senzazione più che mai entusiasmanti, quindi oltre al risultato sono ancor più contento per lo stato di forma ...!

La gara , è stata molto impegnativa ma anche eccitante, oltre al severo percorso, degno delle piu famose corse a tappe internazionali, a condire il tutto si è messo un tempo da lupi che ha reso tutto ancora piu difficile!
Partendo dalla fitta nebbia che costringeva a procedere lungo le discese utilizzando tutti i sensi tranne la vista, all'umidità che logorava le ossa, all'alienante paesaggio bianco che ci ha accompagnato lungo quasi tutto il percorso di ben 2250m+ e 22km !
Ma a rendere tutto piacevole c'erano i miei amici e la mia famiglia, alcuni di loro con me in gara e gli altri a tifare sul tracciato, e questo è stato per me un valore aggiunto incredibile, che mi ha fatto passare una domenica di gara in totale relax e divertimento...

Ora si guarda a sabato , dove con Matteo Eydallin saremo al via della Transcavallo Alpago , gara a noi cara ma sopratutto ricognizione importante per la team race.

Grazie ancora a tutti , per la bella domenica , e ci aggiorniamo lunedi...

Buone pellate e ricordate ... passo lungo e ben disteso in salita e gamba lunga a valle in discesa...

 

L'immagine può contenere: una o più persone e spazio all'aperto

Weekend 4

LA MOVIOLA

Neve fresca meteo incerto , hanno costretto l'organizzazione ad allestire un tracciato di ripiego che si snodava in vicinanza delle piste, ma che comunque manteneva le caratteristiche essenziali di una gara di skialp, ovvero traccia in neve fresca, tratti a piedi e discese quasi esclusivamente in fuori pista.
Io non mi sentivo al top sinceramente, il forte raffreddore un po' mi preoccupava.
Ma devo dire che dopo il via non ho sentito più nulla!
Siamo andati via subito io e Kilian Jornet e ci siamo scambiati di posizione piu volte per tutta la gara, con il resto degli azzurri che inseguivano , abbiamo dato vita ad una vera sfida! Mi sembrava di essere tornato a Verbier 2015....
Io guadagnavo qualcosina in discesa e sui tratti scorrevoli , lui faceva lo stesso nei tratti a piedi e sul ripido. Fino all'epilogo a 300m dal traguardo dove Kilian ha preso una linea piu larga ed io ho potuto approfittarne passandolo sull'interno tagliando il traguardo con 4'' di vantaggio !
Che finale che gara che '' guerra'' ...
Aspetto i miei compagni, festeggiamo, sono contento! Me la sono ripresa, penso!
Poi pochi attimi dopo lo sguardo cupo di Bendetti mi fa capire che anche oggi qualcosa non va... Ma tra me e me mi domando cosa!? Sono sicuro , sono stato impeccabile...

Il resto poi ormai è risaputo...

Il video!

Ecco questo è il video del mio cambio da '' truffatore '' perche cosi ci considerano certi giudici. 

https://www.facebook.com/722139477835893/videos/1289738171076018/ 

Per chi fa ski-alp non servono spiegazioni.
Per per i non adetti ai lavori, guardate bene i due calcetti dopo che raccolgo i bastoni, questi dimostrano che l'attacco lo avevo chiuso.

La penalità è arr per l'ultimo gesto in neve fresca che ho fatto con la gamba destra per controllare che leva dello scarpone e il resto fosse ok.

A parte il fatto che l'ATK Bindings revolution entra anche senza calciare , la linea blu sulla piazzola non c'era , e sfido a vedere se era o no inserito l'attacco nello scarpone sotto 40cm di neve fresca!
Un atleta nn può nemmeno più controllare l'assetto senza incorrere in penalità.???

Voglio aggiungere che secondo me il buon senso dovrebbe imporre che il regolamento vada impugnato solo se l'atleta mette in pericolo se stesso o gli avversari , o ne tragga un vantaggio tangibile.
Altrimenti giochiamo agli avvocati delle cause perse e uccidiamo lo sci alpinismo.

Vi ringrazio tutti per l'appoggio , e comunque avanti a tutta non si molla.